Zurigo: la città ideale per viaggiare da soli

•Un weekend a Zurigo in solitaria: come organizzare il viaggio, cosa vedere e consigli low cost

zurigo
Zurigo vista dall’alto – in primo piano l’orologio della Chiesa di San Pietro

Vuoi organizzare il tuo primo viaggio da sol* e non sai proprio da dove cominciare? Zurigo è stata un’ottima scelta in tal senso, perché è una città a misura d’uomo, organizzata, sicura – con un tasso di criminalità molto basso – ma soprattutto offre diverse possibilità di intrattenimento. Un weekend è sufficiente per girarla tutta, se però hai qualche giorno ti consiglio di vedere anche i suoi dintorni, altrettanto interessanti. Prima di proseguire la lettura di questo articolo, dove ho raccolto tutti i travel tips necessari per programmare il tuo prossimo viaggio a Zurigo, ti consiglio di leggere i nostri 10 consigli per viaggiatori solitari.

 TRAVEL BOX

 Nazione

Svizzera

 Valuta

Franco svizzero (CHF)

 Clima

Moderatamente continentale, piovoso e con inverni rigidi

 Stagione ideale

Primavera

 Fuso orario

GMT+1

 Documenti necessari

Carta d'Identità (extra-UE Schengen)/preferibile il Passaporto

 N° min di giorni

3 giorni

 Mezzi di trasporto

Treno / Aereo

COME RAGGIUNGERE ZURIGO

Se abiti nel nord d’Italia, il modo più comodo ed economico è raggiungere Zurigo in treno. Da Milano, ad esempio, esiste un collegamento diretto che in poco più di tre ore ti trasporta alla stazione centrale della capitale svizzera (Zürich HB) che è in pieno centro. Io ho speso €50 A/R prenotando con Trenitalia.

In alternativa, si può arrivare a Zurigo in aereo. Qui c’è un grande aeroporto internazionale che si fregia del titolo di “Migliore aeroporto d’Europa”. Grazie ad una stazione ferroviaria interna, è possibile prendere il treno subito dopo l’atterraggio e raggiungere così il centro della città in soli 10 minuti.

FUN FACT

I turisti più ecologici e sportivi, possono raggiungere Zurigo percorrendo a piedi un ramo del Cammino di Santiago: 17 km tra Rapperswil, in riva al Lago di Zurigo, e l’Abbazia di Einsiedeln.

DOVE ALLOGGIARE DA SOLI A ZURIGO

Quando si viaggia da soli, la soluzione migliore per il pernottamento è l’ostello. Non solo perché si risparmia parecchio, ma anche perché è il modo più semplice per fare nuove amicizie e conoscere altri viaggiatori solitari come te. Io ho alloggiato a Guesthouse Lochergut, un comprensorio con diversi appartamentini indipendenti, dotati di angolo cottura, linea wifi, letto alla francese e bagno privato con doccia.

Ho scelto questa struttura non solo per il prezzo abbastanza contenuto per essere in Svizzera (60€ a notte) ma anche per l’ottima posizione.

TRAVEL TIP

#COVID19
A causa dell'emergenza pandemica, per entrare in Svizzera è richiesta la compilazione di un modulo che  puoi scaricare qui. Per conoscere, in generale, le misure di sicurezza applicate dal Paese verso cui ti stai dirigendo controlla sempre il sito Re-open EU.

COME MUOVERSI A ZURIGO

Zurigo - Limmatquai
Zurigo – Limmatquai al crepuscolo

Premessa: orientarsi a Zurigo è facilissimo (e te lo dice una che, anche dopo un anno di università a Roma, sbagliava sistematicamente la direzione dei mezzi pubblici). La città è davvero a misura d’uomo e il centro si gira tranquillamente a piedi, inoltre le indicazioni per prendere bus, tram o metro sono chiarissime.

Se hai in programma molti spostamenti, è sempre conveniente acquistare la Zürich Card che permette di viaggiare su tutti i mezzi pubblici della rete urbana e di avere sconti su tanti altri servizi svizzeri, in primis i Musei. La Zürich Card è valida per 24 ore (27 CHF) o 72 ore (53 CHF) e può essere acquistata online.

Se vorrai seguire, invece, il tour che ho pianificato io, sarà sufficiente fare il biglietto giornaliero (che costa circa 8 CHF) direttamente tramite l’App gratuita ZVV, disponibile sia su Apple Store che Play Store.

TRAVEL TIP

Se preferisci non scaricare applicazioni, sappi che ad ogni banchina di tram/bus troverai una macchinetta dove acquistare i biglietti.

Durante il mio viaggio non ho mai preso un taxi o attivato uno sharing di auto, monopattini o biciclette e non saprei quindi indicarvi i prezzi di questi servizi ma avevo individuato, per ogni evenienza, il noleggio gratuito di bici tramite Züri rollt.

FARE PAGAMENTI A ZURIGO

A Zurigo ho pagato sempre e solo con la carta prepagata della banca digitale Widiba e mi sono trovata benissimo: nessun costo di commissione o problemi di lettura ai POS. Durante i miei tre giorni di permanenza a Zurigo, non ho mai cambiato i contanti (da EUR in CHF) né ho mai avuto necessità di prelevare soldi dal bancomat (per questa operazione quasi tutte le banche, compresa Widiba, applicano delle piccole commissioni).

Per chi viaggia spesso, si sa, la Revolut è la carta perfetta ma, se ancora non hai un conto aperto con questa banca e non hai molto tempo a disposizione, informati sulle politiche applicate all’estero dalla tua banca, potresti avere – come nel mio caso – una piacevole sorpresa ed una valida alternativa.

TRAVEL TIP

Scarica l'App VALUTA (per IOS) o XE CURRENCY (per Android) per avere il convertitore di valuta sempre a portata di mano!

E’ NECESSARIO FARE UNA SIM SVIZZERA?

Spesso noi italiani ci dimentichiamo che la Svizzera non fa parte dell’Unione Europea e che, quindi, il roaming dati non funziona. Per un weekend a Zurigo, considerando che la maggior parte dei cafè e dei ristoranti hanno il free wifi e, addirittura, c’è anche nella stazione ferroviaria centrale, basta informarsi sulle offerte del proprio operatore telefonico e attivare qualche promozione. Io, ad esempio, ho acquistato solo un 1 Giga di traffico internet per utilizzare Google Maps.

COME RISPARMIARE A ZURIGO

zurigo duomo - Grossmünster
Grossmünster e Limmat sullo sfondo

Zurigo è indubbiamente una città molto cara ma con piccoli accorgimenti si può visitare senza spendere troppo. Un tour di Zurigo low cost è possibile, alcuni consigli te li ho già accennati prima, eccone altri:

  • Porta con te una borraccia! A Zurigo ci sono oltre 1200 fontanelle d’acqua potabile dove potrai fare il refill (esiste anche una Zürich Water Map, ma fidati che non sarà necessario consultarla). In questo modo, oltre a non inquinare e sprecare plastica, potrai risparmiare 5 CHF a bottiglia che avresti dovuto acquistare nei bar o ristoranti.
  • Scegli un alloggio con colazione inclusa o quantomeno provvisto di angolo cottura. Per risparmiare inizia a rinunciare alla colazione, che ho notato essere il pasto della giornata in cui si nota di più la differenza di prezzo rispetto all’Italia.
  • Evita le piccole spese come ai negozi di souvenir. Se vuoi comprare qualcosa di tipico prova a cercarla nei grandi magazzini come il Migros o da Aldi.
  • Visita la città in primavera, le temperature più miti ti permetteranno di trascorrere più tempo per strada, evitando di doverti riparare dal freddo in un bar, obbligandoti alla consumazione. Se ti piace pedalare, con il noleggio gratuito delle bici potrai spostarti senza utilizzare i mezzi e risparmiando sull’abbonamento.
  • Chi lo dice che per assaggiare la cucina tipica devi per forza andare al ristorante? Prediligi lo street food.
  • Per visitare la città insieme ad una guida del posto anche a Zurigo, come in tantissime altre città nel mondo, puoi optare per i Free walking tour.

TRAVEL TIP

Al bar o al ristorante ordina sempre la "Zürich Water": ti porteranno un bicchierone d'acqua potabile che continueranno a riempire per tutta la durata del pasto e costa solo 2 CHF.

COSA VEDERE A ZURIGO – GIORNO 1

Lindenhof

Il primo giorno, soprattutto quando si viaggia da soli, è bene dedicarlo alla visita del centro della città, per prendere dimestichezza con la nuova cultura e per entrare in sintonia con lo spirito del posto.

Io avevo annotato delle mete da raggiungere alla fine della giornata perché è importante darsi degli obiettivi e una sorta di tabella di marcia, ma poi ho dato precedenza all’esperienza di girovagare seguendo l’istinto e non la mappa, per godere a pieno della sensazione di essere libera, di non dover dar conto a nessuno, di poter seguire il mio ritmo, le mie voglie e il mio cuore.

Partendo dalla Stazione Centrale, percorrendo Limmatquai – una bellissima strada che costeggia il fiume Limmat – arriverai davanti a Grossmünster, il Duomo di Zurigo e simbolo della città. Ti consiglio di salire su Karlstrum, una delle due torri del Duomo, dove potrai godere di una bellissima vista dall’alto (biglietto a 5 CHF, aperto ogni giorno dalle 10:00 alle 17:00 ad eccezione della domenica che apre alle 12:30).

Esattamente di fronte a Grossmünster, attraversando lo storico ponte Müsterbrücke, c’è la Fraumünster, un’antica chiesa con al suo interno un convento di suore benedettine. Nota anche come “Church of our Lady”, Fraumünster ha delle bellissime vetrate colorate opera di Augusto Giacometti e Marc Chagall, a cui si deve anche il rosone nel transetto meridionale. Fraumünster può essere visitata tutti i giorni da marzo ad ottobre dalle 10:00 alle 18:00 ; nei mesi invernali invece solo fino alle 17:00.

In alternativa, se ti piace di più l’idea di vedere la città dall’acqua, puoi fare un tour a bordo di un battello (da aprile ad ottobre). Il costo si aggira intorno ai 4 CHF e la durata è di 25 minuti. Per maggiori info clicca qui.

Adesso, tornando indietro verso la stazione percorrendo il lato opposto del fiume Limmat, puoi vedere la Chiesa medievale di San Pietro (St. Peter Church) con l’orologio più grande d’Europa.

FUN FACT

La chiesa di San Pietro è l'unica chiesa barocca di Zurigo. Il quadrante dell'orologio posto in cima alla torre ha un diametro di 8,7 metri e questo lo rende il più grande d'Europa. Sulla torre vi sono inoltre cinque campane del 1880; la più grande pesa oltre 6000 kg.

Se vuoi vedere la via dello shopping più famosa di Zurigo, con tantissimi negozi di lusso, devi andare in Bahnhofstrasse. Qui d’inverno aprono molti chioschi che vendono vin brûlé, caldarroste e cioccolata calda.

TRAVEL TIP

Se vai in Svizzera non puoi tornare a casa senza grandi scorte di buonissima cioccolata. Oltre alla più famosa e commerciale Lindt, ti consiglio di provare la cioccolata Läderach, il cui store è proprio in  Bahnhofstrasse (ti sembrerà di entrare in una gioielleria piuttosto che in un negozio di cioccolato).

Un altro luogo dove ti consiglio di fare un salto è Paradeplaz, la più grande piazza monetaria della Svizzera, nel cuore di Bahnhofstrasse.

Augustinergasse, invece, è la via perfetta per fare degli scatti degni del nostro Instagrammer. Questo è uno dei vicoli storici più belli di Zurigo dove potrai ammirare i tipici bovindi dipinti con colori sgargianti.

FUN FACT

Il bovindo è una sorta di veranda chiusa o balcone finestrato. Oltre a far entrare luce, i bovindi fungevano da spioncini. Non venivano mai posizionati direttamente sopra la porta d'ingresso, bensì un po' spostati, in modo da poter avvistare ospiti indesiderati già da lontano e, se necessario, fingere di non essere in casa.

Il tour giornaliero si conclude con uno dei posti di Zurigo che ho amato di più e in cui ho trascorso davvero un paio di ore di pura tranquillità, seduta su una panchina a leggere un bel libro. Sto parlando di Lindenhof, un’oasi nel cuore di Zurigo, leggermente sopraelevata tanto da regalare una bellissima vista sul Limmat. E’ una sorta di parco terrazzato con altalene, panchine e scacchiere giganti.

Ai piedi di Lindenhof, invece, puoi vedere lo Schipfe, il quartiere più antico della città dove troverai molte botteghe artigiane.

FUN FACT

Schipfe significa letteralmente "tirare le barche a riva e poi spingerle di nuovo in acqua". Nel Medioevo, lo Schipfe era un interporto (centro logistico) di merci pregiate dove venivano attraccavano le barche che portavano a Zurigo seta, oro e alimenti.

COSA FARE A ZURIGO – GIORNO 2

Zurigo in inverno è molto piovosa quindi il museo, oltre ad un luogo di intrattenimento, diventa proprio un rifugio perfetto.

Lindt Home of Chocolate - museo Zurigo
Lindt Home of Chocolate – Zurigo

Le alternative a disposizione sono tantissime in base ai gusti e alle preferenze. Io ho scelto di vivere la bellissima esperienza della Lindt Home of Chocolate (15 CHF, 10% sconto con la Zürich Card ) ma te ne segnalo anche altre:

  • Kunsthaus – Il più grande Museo d’arte antica, moderna e contemporanea della Svizzera. Il museo presenta la più grande collezione di Munch, al di fuori della Norvegia, e opere di artisti come Picasso, Monet e Chagall. E’ aperto tutti i giorni tranne il lunedì (23 CHF, ingresso ridotto con la Zürich Card).
  • Rietberg – In questo museo sono esposti oggetti artistici e culturali provenienti da altri continenti come Asia, Africa, America e Oceania. E’ aperto tutti i giorni tranne il lunedì (14 CHF, ingresso gratuito con la Zürich Card).
  • FIFA World Football Museum– Tre piani di cimeli del mondo del calcio, contenuti interattivi e multimediali inediti. Il Fifa World Football Museum è il paese dei balocchi per tutti gli appassionati di calcio, siano essi grandi o piccini. E’ aperto tutti i giorni tranne il lunedì (24 CHF, sconto del 30% con la Zürich Card).
  • Wow Museum – a pochi passi dalla Stazione Centrale di Zurigo si nasconde un luogo dove l’illusione si confonde con la realtà. Tre piani e 400 metri quadrati di puro divertimento per ogni fascia d’età. E’ aperto tutti i giorni tranne il martedì (17 CHF, sconto del 10% con la Zürich Card).
  • Tram Museum – Il vecchio deposito tramviario Burgwies si è trasformato in un bellissimo museo. Qui potrai vedere vetture originali risalenti al 1897, motori, uniformi, distributori di biglietti e molto altro. E’ aperto solo il lunedì, il mercoledì, il sabato e la domenica (12 CHF, ingresso gratuito con la Zürich Card).
  • Lichthalle Maag – E’ il primo museo immersivo di Zurigo. Qui le opere dei più gradi artisti come Van Gogh e Frida Kahlo non si ammirano appese alle pareti ma sembra di  immergercisi dentro. E’ aperto tutti i giorni tranne il lunedì (28 CHF).

Dopo aver trascorso la mattinata nei musei, ti consiglio un bel giretto a Neumarkt, la cosiddetta via del design e dell’artigianato di Zurigo. Uno degli edifici che mi ha colpito di più in questa zona è la Grimmenturm, una torre medievale che oggi ospita un ristorante.

Un’altra zona esclusivamente pedonale del centro storico che ho apprezzato tanto è Niederdorf, con numerosi negozietti e bacetti nascosti tra i vicoli acciottolati.

Poco lontano da qui c’è Sechseläutenplatz, la piazza più grande della città sulle rive del Lago di Zurigo, dove in primavera si svolge la “Sechseläuten” e d’inverno vengono allestiti i famosi mercatini di Natale. Su Sechseläutenplatz si affaccia l’Operhaus, il Teatro dell’Opera di Zurigo, molto bello da vedere anche solo dall’esterno.

FUN FACT

Sechseläuten è la festa della primavera: ogni anno, nel mese di aprile, viene dato fuoco al Böögg, un pupazzo di neve finto per dire addio all'inverno e dare il benvenuto all'estate.

Ti consiglio, infine, di concludere la giornata facendo un salto a Belvoir Park – che raggiunge il suo massimo splendore in autunno con il foliage e dove spesso vengono organizzati Festival ed eventi musicali – e una romantica passeggiata sul lungolago del Lago di Zurigo (Bürkliplatz).

COSA FARE A ZURIGO – GIORNO 3

Freitag Tower – Zurich West (@zurich.com)

Waid, situato sopra il quartiere di Höngg a nord-ovest di Zurigo, è uno dei punti panoramici più sorprendenti della città. Partendo dal centro, si può raggiungere a piedi in un paio di ore oppure in appena 25 minuti con i mezzi pubblici (linea 13). Da qui si può ammirare il Käferberg zurighese, ossia le vette delle montagne che abbracciano la città.

Come forse avrai intuito dall’introduzione di questo paragrafo, durante il terzo ed ultimo giorno esploreremo Zurigo Ovest, un quartiere alternativo e moderno, regno della street art e pieno di locali alla moda. Le cose più rinomate da vedere qui sono la Freitag Tower, 17 container impilati gli uni sugli altri che si stagliano verso l’alto per 26 metri; Im Viadukt, il viadotto ferroviario lungo 500 metri costruito nel 1894; il parco di Josefwiese.

TRAVEL TIP

Oltre a essere bella da vedere dall'esterno, la Freitag Tower può essere anche visitata al suo interno (tutti i giorni ad eccezione della domenica). La torre ospita la più grande selezione di “Individual Recycled Freewaybags” del famoso marchio zurighese Freitag (1.600 borse disposte su quattro piani).

Qualcosa di molto particolare da vedere in questa zona è Bruno Weber Park, un giardino colmo di statue a forma di creature immaginarie, che ricorda vagamente Parco Güell a Barcellona. Il parco è aperto solo il mercoledì, il sabato e la domenica (12 CHF; 20% sconto con la Zürich Card).

Se ti resta ancora tempo da trascorrere a Zurigo, allora ti lascio qualche indirizzo che potrebbe tornare utile:

  • Stadtgärtnerei – il vivaio comunale di Zurigo dove il nostro Botanico troverebbe la pace dei sensi. Si trova nella zona di Albisrieden e l’ingresso è gratuito. E’ aperto tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 16:30.
  • Globus Bahnhofstrasse – il centro commerciale al centro della città che ricorda un po’ la Rinascente. E’ aperto tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 10 del mattino alle 8 di sera.
  • Casino Zürich – il più grande casinò della Svizzera. 3.000 metri quadrati di superficie, più di 300 slot machine e 22 tavoli da gioco. L’ingresso è gratuito fino alle ore 19:00, poi costa 10 CHF a persona (guardaroba incluso). Si può accedere solo se maggiorenni e con un dress code elegante ed adeguato al contesto.
  • Umwelt Arena Schweiz – un edificio dall’aspetto futuristico dove i visitatori possono approfondire il tema della “sostenibilità” attraverso mostre interattive. Ideale per famiglie, il costo è di 18 CHF (20% sconto con la Zürich Card) ed è aperto dal mercoledì alla domenica, dalle 10:00 alle 17:00.

FUN FACT

Zurigo viene spesso scelta come dimora di attori famosi e cantanti internazionali. Tina Turner, ad esempio, si è trasferita in Svizzera nel 1994 e vive tuttora nella Gold Coast, la zona a sud-est del Lago di Zurigo nonchè la più ricca della città.

DOVE MANGIARE A ZURIGO

La cucina tipica zurighese ti sorprenderà, ricorda quella tedesca ma è più raffinata. Nel “Traditional Food Box” ti dico quali sono i piatti tipici da assaggiare, qui in basso troverai i luoghi dove andare per provarli!

  • Caffè 1842 – per assaggiare un dolce nel pomeriggio o fare colazione al mattino vicino Limmatquai (oltre ad essere buono, è un posticino bellissimo da vedere e fotografare)
  • Raclette Stube – per provare la raclette nei pressi di Limmatquai
  • Raclette Factory – alternativa al Raclette Stube in Rindermarkt
  • Swiss Chuchi – qui devi per forza provare la fonduta (in zona Neumarkt)
  • Zeughauskeller– dove mi sono innamorata del Rösti in Bahnhofstrasse
  • Franzos – per un po’ di mood francese in svizzera
  • Frau Gerolds Garten – location molto hippie, ideale per l’estate
  • Gondel Gartli – per una cena romantica e speciale a bordo di vecchie cabine della funivia.

TRADITIONAL FOOD

  • Fonduta svizzera - formaggio svizzero fuso e pezzi di pane

  • Raclette - formaggio svizzero fuso servito con gschwellti (patate lesse con la buccia), cetrioli e cipolline sott’aceto e senape

  • Rösti - schiacciata di patate grattugiate bollite e cotte in padella con olio

  • Älplermagronen -  gratin di patate, pasta, formaggio, panna, cipolle e contorno di mousse di mele

  • Zurcher Geschnetzeltes - carne di vitello tagliata in piccoli pezzi e accompagnata da funghi e panna

  • Birchermüesli - müesli con fiocchi d'avena, succo di limone, latte condensato, mele grattugiate, mandorle o nocciole

  • Tirggel - biscotto al miele e spezie

  • Cioccolato svizzero

Le nostre check-list per fare la valigia le trovi qui, ma le tre cose che non potranno mancare assolutamente nella tua valigia per Zurigo le segnalo nel nostro box “What’s in your suitcase?”.

#WHATSINYOURSUITCASE

  • Borraccia da riempire con l'acqua potabile delle fontanelle della città (oltre 1200)

  • Guanti, sciarpa e maglia termica anche in autunno

  • Costume per fare un bagno nel lago d'estate

E per concludere, ti lascio in link alla playlist perfetta per questo viaggio in solitaria. Seguici su Spotify, metti gli auricolari, inizia a camminare per la città e sii felice!

Se ti è piaciuto questo articolo e lo hai ritenuto interessante, oltre a metterlo tra i preferiti nel tuo elenco lettura, lasciaci un commento in basso e…condividilo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.